LOTUS DRIVER


Forum Lotus Elise Exige Evora Esprit Elan Elite Eclat 2-Eleven 340R - Bentornato Ospite

GIRO DEL LAGO DI GARDA e 1° CONCORSO D'ELEGANZA LOTUS 10 APRILE 2016: CLICCA QUI!
Vuoi vedere la tua Lotus in home page? CLICCA QUI!
Novità: Portale Online - Galleria immagini - Calendario Eventi attivo!!!

Non sei connesso Connettiti o registrati

Cambio olio: qual'è il migliore e ogni quanti km cambiarlo.

Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 3]

Ninja

avatar
Driver
Driver
Ciao a tutti.
Chiedo un'informazione a voi che siete degli esperti del mondo Lotus.
Volevo chiedere ogni quanto si deve cambiare l'olio del motore, ogni quanti km e ogni quanti anni in caso di basso utilizzo.
E qual'è l'olio motore migliore.
Sapere aiutarmi, per favore?
Chiedo perché vorrei sapere quando devo cambiarlo nella mia Elise 1.6.
Grazie mille a tutti quelli che mi aiuteranno.

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Allora ogni 10.000 km massimo su un auto sportiva come la nostra, con motore centrale posteriore, e visto l'uso comunque non da utilitaria.
Poi anche se non usi l'auto l'olio va cambiato ogni 2 anni al massimo.
Qui sono di parte visto che vendo l'olio Pakelo, ma ti garantisco in tutta sincerità che attualmente è uno dei migliori in Italia, se non il migliore.
Ci sono varie versioni ma ritengo che per le nostre Lotus il più adatto sia il Krypton Racing 5w50 uso stradale o track day sulle Toyota, 10w60 uso stradale o pista sulle Rover, e 10w60 uso pista sulle Toyota.

http://www.lotus-driver.it

Giallo

avatar
Pilot
Pilot
Io ho una visione ancora più rigorosa: sul Lancer Evo che uso abbastanza e anche in pista lo cambio ogni 7.000 km e comunque una volta l'anno.
Sul tipo di olio e marca se ne può parlare per una vita e normalmente uso Motul Competition V300 15w50 ma il motoraccio della Mitsu non è tanto schizzinoso.

Per Lotus mi adeguerò ai consigli di Andrea.

Ninja

avatar
Driver
Driver
Lotus70 ha scritto:Allora ogni 10.000 km massimo su un auto sportiva come la nostra, con motore centrale posteriore, e visto l'uso comunque non da utilitaria.
Poi anche se non usi l'auto l'olio va  cambiato ogni 2 anni al massimo.
Qui sono di parte visto che vendo l'olio Pakelo, ma ti garantisco in tutta sincerità che attualmente è uno dei migliori in Italia, se non il migliore.
Ci sono varie versioni ma ritengo che per le nostre Lotus il più adatto sia il Krypton Racing 5w50 uso stradale o track day sulle Toyota, 10w60 uso stradale o pista sulle Rover, e 10w60 uso pista sulle Toyota.

Ciao, grazie mille per i consigli.
Dunque, io stavo valutando un po', perché l'olio me l'hanno cambiato i Cerini un anno fa e ho fatto poco meno di 7000 km.
Allora potrei aspettare ancora un po', arrivare sui 10000 e poi cambiarlo. Tra qualche mesetto...
L'olio che mi consigli te, il Pakelo Krypton, quando mi servirà, mi posso rivolgere a te?
La mia ha motore Toyota, quindi il 5w50, se è il migliore e quello più adatto, mi fido.

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Ciao, si sono rivenditore autorizzato Pakelo, quindi quanto ti serve basta che me lo fai sapere.
Sicuramente se non vai in pista il Krypton Racing 5w50 è perfetto.

http://www.lotus-driver.it

Ninja

avatar
Driver
Driver
Il 10x60 è di un livello qualitativo ancora migliore?
Costa molto di più?
Grazie.

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Ciao Ninja, non confondere la gradazione SAE con la qualità del olio.

Ti spiego come funziona la gradazione, la lettera W sta per Winter, e con il numero prima della W si indica la gradazione dell'olio a freddo, quindi per l'inverno.

Come vedrai dalla tabella qui sotto, un 5W arriva a -30°, un 10W -25°, per tanto viste le temperature climatiche italiane, non ci sono problemi ad usare un 10W.
Il numero dopo la W è la gradazione a caldo, più alto è il numero più resiste alle alte temperature, cosa significa che l'olio superata una certa temperatura non diventa acqua (nel senso di troppo fluido o liquido), ma continua a mantenere le sue proprietà e protegge il motore.

Detto questo, un 10w60 100% sintetico di elevata qualità è in grado di resistere ad altissime temperature, anche 150°
Però per strada difficilmente si superano i 110/120°, mentre in pista si possono superare anche i 130° su certe auto.

Poi qui entrano in gioco le prestazioni dell'olio e la sua qualità, il Krypton Racing ha un pacchetto di additivi molto spinto, specifico per un uso sportivo o Racing, ed è in grado di proteggere il motore in tutte le condizioni critiche, basse o alte temperature, o elevati giri motore.

Per tanto la scelta della gradazione va fatta in base a 2 fattori, la zona climatica dove vivi, e come usi l'auto.
Personalmente uso un 10W60, perché dove vivo a Padova non si scende mai sotto i 5/8° massimo, mentre in estate con la guida sportiva che ho e qualche track day che faccio, il 60 mi garantisce una protezione migliore alle alte temperature.

Ma posso dirti che il 5W50 è un ottima gradazione, molto equilibrata.



Ovviamente la mia è una spiegazione molto terra terra, perché poi ci sono moltissime altri fattori da considerare.



Ultima modifica di Lotus70 il Sab 06 Gen 2018, 1:50 am, modificato 2 volte

http://www.lotus-driver.it

Ninja

avatar
Driver
Driver
Ho capito, grazie mille.
Appena decido di cambiarlo, ti contatto.

michelevettrici

avatar
Novice
Novice
Ciao .. io mi sono trovato sulla mia S2 1.8 Toyota il 10w60 shell ultra racing. Visto che dovrei cambiarlo mi consigliate di mantenere questo?

Johnny76

avatar
Driver
Driver
Io faccio il cambio una volta l’anno !! Anche se faccio solo 5000km L’anno ! Sarò esagerato ma dopo un anno l’olio perde tutte le sue caratteristiche originali .

Lotus70

avatar
Admin
Admin
michelevettrici ha scritto:Ciao .. io mi sono trovato sulla mia S2 1.8 Toyota il 10w60 shell ultra racing. Visto che dovrei cambiarlo mi consigliate di mantenere questo?
Dipende da come usi la tua Lotus.
E' un buon olio.

http://www.lotus-driver.it

Micle

avatar
Driver
Driver
Lotus70 ha scritto:Ciao Ninja, non confondere la gradazione SAE con la qualità del olio.

Ti spiego come funziona la gradazione, la lettera W sta per Winter, e con il numero prima della W si indica la gradazione dell'olio a freddo, quindi per l'inverno.

Come vedrai dalla tabella qui sotto, un 5W arriva a -30°, un 10W -25°, per tanto viste le temperature climatiche italiane, non ci sono problemi ad usare un 10W.
Il numero dopo la W è la gradazione a caldo, più alto è il numero più resiste alle alte temperature, cosa significa che l'olio superata una certa temperatura non diventa acqua (nel senso di troppo fluido o liquido), ma continua a mantenere le sue proprietà e protegge il motore.

Detto questo, un 10w60 100% sintetico di elevata qualità è in grado di resistere ad altissime temperature, anche 150°
Però per strada difficilmente si superano i 110/120°, mentre in pista si possono superare anche i 130° su certe auto.

Poi qui entrano in gioco le prestazioni dell'olio e la sua qualità, il Krypton Racing ha un pacchetto di additivi molto spinto, specifico per un uso sportivo o Racing, ed è in grado di proteggere il motore in tutte le condizioni critiche, basse o alte temperature, o elevati giri motore.

Per tanto la scelta della gradazione va fatta in base a 2 fattori, la zona climatica dove vivi, e come usi l'auto.
Personalmente uso un 10W60, perché dove vivo a Padova non si scende mai sotto i 5/8° massimo, mentre in estate con la guida sportiva che ho e qualche track day che faccio, il 60 mi garantisce una protezione migliore alle alte temperature.

Ma posso dirti che il 5W50 è un ottima gradazione, molto equilibrata.



Ovviamente la mia è una spiegazione molto terra terra, perché poi ci sono moltissime altri fattori da considerare.

Grazie Lotus70 spiegazione interessantissima bravo

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Prego!
Mi fa piacere che ti sia tornato utile.

http://www.lotus-driver.it

daniele_elan

avatar
Champion
Champion
Quindi andrebbe bene il Pakelo kripton Racing 5w50 anche per le Rover 122cv?
Ne ho giusto una latta da 5 lt in garage. Di solito ho sempre usato questa gradazione sulla Elan (mobil 1), mentre sulla Elise ho da circa un anno e mezzo e 5000km il Pakelo Kripton Racing 10w60 e devo dire che e' veramente ottimo. Motore subito piu' silenzioso e su 5000 km non ne ha praticamente consumato al contrario di quello che avavo prima (Castrol). Da notare che, dopo questa percorrenza, sia al tatto che alla vista l'olio sembra come appena stato cambiato.

paolo111s

avatar
Outstanding
Outstanding
Da notare che, dopo questa percorrenza, sia al tatto che alla vista l'olio sembra come appena stato cambiato

Usala di più

daniele_elan

avatar
Champion
Champion
paolo111s ha scritto:
Da notare che, dopo questa percorrenza, sia al tatto che alla vista l'olio sembra come appena stato cambiato

Usala di più

Hai ragione Paolo!!!
Negli ultimi 2 anni ho fatto 5000 km solamente
Dai che mi rifaro' quest'anno
Ciao

Lotus70

avatar
Admin
Admin
daniele_elan ha scritto:Quindi andrebbe bene il Pakelo kripton Racing 5w50 anche per le Rover 122cv?
Ne ho giusto una latta da 5 lt in garage. Di solito ho sempre usato questa gradazione sulla Elan (mobil 1), mentre sulla Elise ho da circa un anno e mezzo e 5000km il Pakelo Kripton Racing 10w60 e devo dire che e' veramente ottimo. Motore subito piu' silenzioso e su 5000 km non ne ha praticamente consumato al contrario di quello che avavo prima (Castrol). Da notare che, dopo questa percorrenza, sia al tatto che alla vista l'olio sembra come appena stato cambiato.

Le stesse cose che ho riscontrato passando dal Bardhal al Pakelo.
Io uso il Krypton Racing 10w60, ma va benissimo anche il 5w50 se non si fa pista.
Nel caso specifico la Pakelo consiglia di cambiarlo ogni 10.000km, oppure ogni 2 anni al massimo, se sta al chiuso.

http://www.lotus-driver.it

daniele_elan

avatar
Champion
Champion
Grazie

rs blu

avatar
Pilot
Pilot
Oltre alla gradazione controllate sempre la lettera della specifiche API ad esempio se trovate una SJ :S sta per benzina,J e' la qualita' dell'olio in base alle specifiche dei motori piu' moderni,cioe' piu' alta in ordine dell'alfabeto e' la lettera piu' l'olio puo' essere considerato adatto ai moderni motori.
Non necessariamente la seconda lettera indica la qualita' dell'olio,in certi casi il motore potrebbe richiedere una specifica piu' bassa, a parita' di gradazione, perché progettato qualche anno fa.
Ad esempio molti usano olio Motul (molto buono)con gradazioni alte tipo 10w60 su automobili sportive senza tenere conto che l'olio motul molto spesso nella stessa gradazione e ' utilizzato soprattutto su motocicli veloci i quali richiedono una specifica API piu' bassa.Questo e' dovuto al fatto che l'olio per motocicletta solitamente deve avere anche qualita' meccaniche maggiori perché deve lubrificare in molti casi anche i dischi della frizione e gli ingranaggi del cambio.Quindi spesso ha specifiche API in F o H.La necessita' di bassi consumi e il rispetto di norme inquinanti severe hanno fatto si che i motori moderni necessitano di alte gradazioni con bassa densita'ecco che una specifivca API piu' bassa puo' avere caratteristiche meccaniche maggiori grazie ad una minore fluibilita'.
Se avete bisogno di un olio a bassa viscosita' e basse ceneri controllate la specifica ACEA non deve mai essere sotto A5/B5 cioe' oli a bassa viscosita' ma stabili alle alte temperature.
Tenete sempre presente poi che molte vetture sportive ,Lotus Elan,Escort cosworth,molte porche ecc.(Elise non lo so),utilizzano nel cambio olio motore al posto di olio cambio specifico.Ora l'olio motore in se non HA qualita' meccaniche specifiche quindi quelli attuali con lettera API alta non vanno assolutamente bene,(nemmeno i  vecchi comunque,a meno di non sostituirli spessissimo).In questo caso usate un buon olio cambio completamente sintetico, magari anche per auto da corsa,bastera' prestare un minimo di attenzione a freddo.Per oli da trasmissione la Fuchs e' impareggiabile,anche il castrol Taf-x e ottimo.
La marca dell'olio poi e' una cosa personale,un po' tutti i marchi sono simili,io personalmente amo il Mobil credo che tra i commerciali sia il migliore,anche il Fuchs e' molto buono ,il Valvoline e' fantastico in gradazione 15w50 ,il Castrol 10w60 e' uno dei pochi completamente sintetico(ovviamente pakelo a parte)che si trova in commercio ,io lo uso sulla Esprit ma devo dire che non mi soddisfa moltissimo,quando si avvicina l'ora del cambio battono un po' le punterie.Il Valvoline e' molto buono in gradazione 5w50 e 15w50 ma in 10w60 c'e' solo semisintetico.
Molto buono il Fuchs 10w60 ma costa una follia.Il mobil e' molto buono esiste anche in 10w60 ma in Italia non si trova se non in 0w50 e5w50.
Non ho mai messo il pakelo anche se Andrea e altri ne parlano molto bene,quindi non posso fare a meno di credergli, soltanto perché la esprit ha sempre avuto il castrol 10w60 e ho sempre continuato con quello. Very Happy ognuno ha le sue piccole fisime Shocked



Ultima modifica di rs blu il Lun 29 Gen 2018, 11:18 pm, modificato 1 volta

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Roberto, correggiamo una cosa, la seconda lettera invece identifica la qualità dell'olio, poi sono d'accordo con te, che motori vecchi, possono avere tolleranze diverse, ma questo non significa che devi usare per forza un olio grezzo, ma che devi chiedere al tuo spacciatore d'olio, un prodotto adatto al tuo motore.
Va detto che le tabelle API, in realtà sono poco aggiornate, alcuni prodotti che produce la Pakelo, superano di molto il massimo che l'attuale tabella API ritiene il migliore:

• SE (1972 obsoleta) maggior densità a caldo
• SF (1980 obsoleta) miglioramenti in: controllo usura valvole della testa, fuel economy
• SG (1988 obsoleta) riduzione morchie
• SH (1994 ILSAC GF-1) miglioramenti in: riduzione delle emissioni, fuel economy
• SJ (1997 ILSAC GF-2) miglioramenti in: fuel economy, emissioni, volatilità
• SL (2001 ILSAC GF-3) miglioramenti in: fuel economy, ossidazione, controllo deposti ad alta temperatura, volatilità
• SM (2004) miglioramenti in: resistenza ossidazione, miglior protezione da depositi, miglior protezione usura, e migliori
prestazioni a basse temperature per tutta la vita dell’olio. Può essere o meno EC.
• SN (2010) nuova categoria supplementare chiamata RESOURCE RISPARMIO-FUEL ECONOMY. La categoria API SN è un
miglioramento rispetto alla categoria API SM nelle seguenti aree: Evita depositi nei pistoni alle alte temperature; Migliore
controllo dei fanghi; Migliore compatibilità con le guarnizioni; Maggiore compatibilità di post-trattamento. I requisiti di API
SN con la conservazione delle risorse categoria supplementare sono identici ai requisiti della ILSAC standard di GF-5.
API EC ottenibile con sequenza aggiuntiva VI B (per avere la possibilità di apporre la scritta API CONSERVING ENERGY sull’API
DONUT)

Questo non significa, che anche se un olio raggiunge la tabella API SN, non possa essere adatto ad un motore meno recente, se studiato apposta per esso.
Il discorso è molto complesso, oltre alla gradazione che incide moltissimo, all'interno dell'olio ci sono molti additivi diversi.
Non tirerei in ballo le moto con frizione a bagno d'olio, perché la questione si complica e di molto, ma non ha nulla a che vedere con le auto, infatti abbiamo 2 linee completamente diverse, e anche se potrebbero sembrare compatibili, spesso non lo sono.

http://www.lotus-driver.it

rs blu

avatar
Pilot
Pilot
no no mi spiace molto Andrea ma non mi sono ancora rincitrullito Very Happy , la qualita' dell'olio e' data dalle basi utilizzate e dagli additivi.Se osservi un buon olio semisintetico 10w40 molto spesso, proprio per le caratteristiche di viscosita' ,raramente (tranne in oli per competizione sintetici) supera la classificazione SL,questo non significa che sia di qualita' scarsa ,solo diversa.In altri casi per le moto alcuni oli rispettano solo le caratteristiche SJ e sono comunque buonissimi. Infatti ,come tu scrivi,tranne le sigle oramai obsolete le altre dalla SH in poi sono tuttora in uso.Infatti alcuni oli riportano la SN specificando anche in fianco le vecchie sigle SL/SJ ( Mobil1 10w60)ad indicare un uso piu' specifico anche su motori con caratteristiche diverse dove un utilizzo di un olio completamente sintetico con sola caratteristica SN potrebbe non essere completamente indicato.Esempio classico di motori non solo vecchi ma per esempio raffredati ad aria o motori per uso marino quindi con regimi di rotazione costante e costanti temperature.E' quindi abbastanza chiaro e sottointeso che olio SM o SN e' migliore di un SJ ma va sempre tenuto presente l'utilizzo che se ne deve fare.
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy ciao

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Roberto, nessuno ha detto che ti sei rincitrullito.
Stiamo dicendo la stessa cosa ma in modo completamente diverso.
In via generale la tabella api, viene usata da tutti per identificare un olio di livello superiore, mettiamola cosi, a ragione o torto è ancora oggi tenuta molto in considerazione, Questo non significa che un OLIO SN sia per forza migliore di un olio SJ, ma spesso lo è.
Ovviamente ogni marca d'olio, utilizza additivi diversi e basi molto diverse per formulare il proprio prodotto.
Per esempio la Pakelo usa solo basi vergini al contrario di altre marche, come il Mobil per fare un esempio, perché per legge devono utilizzare olii riciclati.
Poi non possiamo comunque confondere un olio minerale o semi sintetico, con un olio 100% sintetico.
Io capisco il ragionamento che fai tu, perché hai auto d'epoca e quindi fai ancora uso di un olio minerale o semi sintetico, ed è giusto, perché spesso un olio al 100% sintetico non è adatto a motori di vecchia generazione.
Questo non significa che non ci siano oli minerali o semi sintetici di altissima qualità, infatti la Pakelo produce un olio specifico per auto storiche, come Ferrari o AlfaRometo per fare un esempio, che costa moltissimo, anche di più di alcuni prodotti 100% sintetici top di gamma.
Ma su motori di nuova generazione, sarebbe molto deleterio usare un olio minerale, perché a parità d'olio un 100% sintetico sarà sempre superiore come qualità, rispettando l'ambiente, avendo un basso contenuto di ceneri, e rispettando il motore, impedendo la formazione delle morchie, questo solo per fare un esempio.
Poi ripeto che sono d'accordo con te, infatti per noi contano anche le tabelle ACEA e JASO, e ricordiamo sempre ai clienti, che devono scegliere l'olio giusto per il proprio motore, e tenere in considerazione la qualità della marca che lo produce, perché non sono tutti uguali.
Un fusto da 200 Litri di additivi può costare 5.000 euro, pensate alla quantità che le aziende produttrici, inseriranno in 1 litro d'olio prima che per loro diventi anti economico.
Ecco perché spesso chi compra, non capisce perché tra due prodotti che sembrano identici, come un 10w60 100% sintetico, ci possa essere anche una differenza di 10 euro a litro.
Lo stesso vale per un olio minerale o semisintetico, anche in questo caso, la qualità si paga se il produttore formula il prodotto puntando al massimo della QUALITA'.
E come ben sai, usare basi vergini è molto più costoso, la Pakelo essendo un piccolo produttore, può permettersi di farlo a differenza di grossi colossi.



Ultima modifica di Lotus70 il Lun 29 Gen 2018, 4:15 pm, modificato 1 volta

http://www.lotus-driver.it

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Vorrei però far notare una cosa:

• SM (2004) miglioramenti in: resistenza ossidazione, miglior protezione da depositi, miglior protezione usura, e migliori
prestazioni a basse temperature per tutta la vita dell’olio. Può essere o meno EC.
• SN (2010) nuova categoria supplementare chiamata RESOURCE RISPARMIO-FUEL ECONOMY. La categoria API SN è un
miglioramento rispetto alla categoria API SM nelle seguenti aree: Evita depositi nei pistoni alle alte temperature; Migliore
controllo dei fanghi; Migliore compatibilità con le guarnizioni; Maggiore compatibilità di post-trattamento. I requisiti di API
SN con la conservazione delle risorse categoria supplementare sono identici ai requisiti della ILSAC standard di GF-5.
API EC ottenibile con sequenza aggiuntiva VI B (per avere la possibilità di apporre la scritta API CONSERVING ENERGY sull’API
DONUT)

Ho sottolineato questo passaggio:miglioramento rispetto alla categoria API SM nelle seguenti aree: Evita depositi nei pistoni alle alte temperature; Migliore
controllo dei fanghi; Migliore compatibilità con le guarnizioni; Maggiore compatibilità di post-trattamento.
Quindi sono loro stessi a dichiarare che un olio SN è MIGLIORE di un SM nelle seguenti aree ecc......
Ora il punto è questo, può esistere un olio ad esempio SL quindi inferiore in via generale ad un SN, che però sia in realtà migliore?
Assolutamente si, se l'azienda che lo produce, ha dotato questo prodotto di determinati additivi e non solo.
E' questo il punto che spesso non si comprende affondo, la quantità e la qualità di additivi conta molto, cosi come le basi per formulare l'olio.
A questo punto un cliente penso che si domanderà, ma allora perché se il prodotto è superiore ad un SN, non viene marchiato cosi sulla latta? beh perché possono esserci altri fattori che influiscono, come per esempio, il fatto che non rispetti tutte le caratteristiche di un olio SN, ma solo alcune, e quindi non può essere marchiato come tale.

http://www.lotus-driver.it

rs blu

avatar
Pilot
Pilot
si si ti do ragione comunque controlla e vedrai che ci sono sintetici in SL quasi migliori di sintetici in SN.Comunque la Mobil era l'unica a non usare oli reciclati nel mobil1 ,pare che lo scandalo sia venuto a galla in germania da allora anche castrol e altri pare si siano dovuti adeguare.Infatti dicevano che era completamente sintetico e invece craccavano la molecola riclata.
Comunque prova a confrontare questi quattro poi dammi anche un parere Wink come vedi stessa gradazione 5w40 ma uno e' SM l'altro SL entrambi sintetici
dalle caratteristiche  quello SM e' identico anzi anche se di pochissimo quello SL ha un indice di viscosita' maggiore(171 tieni presente che il Castrol 10w60 ha 173)
http://valpetrol.com/valpetrol/wp-content/uploads/2015/07/Indy-Racing-5W-40_it1.pdf
http://valpetrol.com/valpetrol/wp-content/uploads/2015/07/Dyno-Performance-SAE-5W-40_v2.pdf

oppure guarda la differenza tra il castrol SN e il valvoline SL entrambi 10w60 credo sia meglio il valvoline Shocked

https://msdspds.castrol.com/bpglis/FusionPDS.nsf/Files/D4DCE5AC3F7E969080257E04004F7103/$File/BPXE-9GX83Y.pdf
https://www.valvolineeurope.com/english/products/engine_oils/vr1_racing/cid(7557)/vr1_racing_10w-60

aggiungo in oltre che le piccole case fanno fatica a stare al passo con le normative,le prove costano e quindi a volte i loro prodotti anche se migliorati hanno specifiche di qualche anno fa.infatti molti oli con specifiche "basse"hanno omologhe costruttori in realta' piu' alte.

mandami la scheda tecnica del tuo 10w60 e anche del 5w40 o5w50 dai che sono curioso
ciao ciao

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Perdonami ma i primi due posso tenerli in considerazione, ma mettere il Castrol a confronto con il valvoline, per me è come mettere a confronto olio delle patatine fritte , con un extra vergine di oliva. Very Happy
Non lo calcolo neanche, per me non esiste più  .
Valvoline è su un altro livello .
Personalmente dopo che sono passato al Pakelo avendo provato in ordine : Castrol RS, Mobil ONE, Motul 300V, e per finire Bardhal xtr, non tornerei mai più in dietro.

È vero che la Pakelo è un piccolo produttore, ma ha uno dei laboratori chimici più avanzato d'Europa. Ha ricevuto molti riconoscimenti, sanno il fatto loro infatti sono fornitori ufficiali di vari team da corsa. Collaborano con Lamborghini, Ferrari, MV agusta.  Producono l'olio per importanti marchi internazionale, che li usano come base d'appoggio in Italia . E non si fanno molta pubblicità, ma investono tutto sulla qualità, ecco perché  puntano sempre al massimo senza compromessi, a prescindere dal prezzo,.
Ogni anno infatti continuano a investire nelle ricerche per migliorarsi costantemente e presentare prodotti più evoluti .
Mi dispiace ma la Pakelo non mi permette di divulgare le schede tecniche, ma se vuoi chiedimi qualche dato specifico e te lo faccio sapere.

http://www.lotus-driver.it

Contenuto sponsorizzato


Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 3]

Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum