LOTUS DRIVER


Forum Lotus Elise Exige Evora Esprit Elan Elite Eclat 2-Eleven 340R - Bentornato Ospite

GIRO DEL LAGO DI GARDA e 1° CONCORSO D'ELEGANZA LOTUS 10 APRILE 2016: CLICCA QUI!
Vuoi vedere la tua Lotus in home page? CLICCA QUI!
Novità: Portale Online - Galleria immagini - Calendario Eventi attivo!!!

Non sei connesso Connettiti o registrati

Chargecooler, radiatore e cos'altro?

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

1 Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 10:47 am

Gilles

avatar
Test Driver
Test Driver
Come già anticipato a Naimah, mi sono deciso ad acquistare un po' di pezzi per rendere l'exige più performante ed affidabile. In particolare, dopo aver rotto l'anima (per non dire altro) tra le varie discussioni a riguardo, la scelta è ricaduta sul chargecooler, il radiatore pro alloy e la coppa dell'olio moroso; il tutto sarà poi seguito da una rimappatura.
Ora però, mentre attendo che arrivino i pezzi, ho pensato che magari è meglio fare il più possibile in una volta, e quindi mi chiedevo se potesse essere opportuno aggiungere alla spesa altri pezzi, come la paratia in carbonio RLS per isolare il chargecooler http://www.reallylightstuff.com/?page_id=424 , oppure dei supporti motore più efficaci per agevolare il funzionamento del cambio. Inoltre avevo anche pensato ad una puleggia più piccola, ma visto che potrebbe comportare l'acquisto di pompa e iniettori maggiorati (con il solito rischio per il c64), magari a quello penserò in un secondo momento. Detto questo, secondo voi la paratia ed i supporti possono essere efficaci? o sono una ulteriore premura inutile?

2 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 11:30 am

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Per me è utile la paratia in carbonio, magari leggermente costosa per un pezzo di carbonio cosi, per i supporti motore più rigidi ne basta uno altrimenti rischi di avere troppe vibrazioni e cosi non è vivibile.
Con il nuovo Chargecooler monti anche i condotti maggiorati e più leggeri?

http://www.lotus-driver.it

3 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 11:39 am

naimah

avatar
Outstanding
Outstanding
Permetti che dica la mia.

In merito ai supporti motore e alla loro presunta responsabilità riguardo gli innesti difficoltosi, sappi che è una troiata di dimensioni allucinanti. Se il motore va avanti e indietro anche i cavi vanno avanti e indietro, perchè il loro supporto è fissato alla campana del cambio e non al telaio! Se così non fosse sarebbe impossibile gestire il cambio perchè - allora si! - ad ogni spostamento del motore corrisponderebbe il movimento dei cavi! Se le marce si impuntano è solo a causa delle "solite cose", ovvero cambio deMMerda, sincro andati, leveraggi non registrati ecc. ma i supporti motore non c'incastrano nulla, ergo evitiamo di dovulgare informazioni fasulle Smile. Inoltre, con i supporti motore più rigidi (vedi powerflex) le nostre carrette diventano invivibili, le vibrazioni diventano così fastidiose da smontare macchina e maroni.

La paratia, idem con patatine. Se già serve a poco nel caso dell'aria aria - più che una semplice paratia servirebbe un vero e proprio divisorio che separasse completamente l'IC dal resto del vano motore - nel caso dell'aria acqua è inutile come un culo senza buco. Inoltre, anche sull'utilità del chargecooler avrei da ridire: a cosa ti serve? Sai che per l'uso normale/stradale è prestazionalmente peggiore rispetto ad un aria aria? Nel caso dell'aria acqua, devono avvenire due scambi di calore mentre nel caso dell'aria aria ne avviene uno solo: questo significa che l'inerzia termica del sistema è maggiore. In pratica, un aria aria si scalda prima, ma si raffredda anche prima di un aria acqua; gli aria acqua hanno senso sulle auto da sparo, dove un aria/aria non ha modo di smaltire il picco repentino di calore che si genera. Inoltre devi considerare l'aumento di peso, gli ingombri più che doppi e, non ultimo, l'assorbimento continuo della pompa di ricircolo che, seppur poco, grava costantemente sull'alternatore.
Per conto mio, un RLS/CUP ventilato è il top che si possa chiedere: poco peso, ingombri minimi e tanta resa.

Se cerchi affidabilità, accontentati del radiatore (questo si molto utile) e della coppa olio (su questa ci sarebbe da dire, perchè se non fai pista col coltello fra i denti è totalmente inutile).

Per quanto riguarda poi l'elaborazione per l'aumento di cavalli, se vuoi 260cv ti occorrono:

- Iniettori 440cc (di serie su 240)
- Puleggia 3,1" (di serie su 240)
- Pompa benzina maggiorata (Originale CUP260 da circa 190lph o in alternativa Walbro da 255lph)
- ECU (Originale CUP260 o remap)

4 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 11:47 am

naimah

avatar
Outstanding
Outstanding
E per quanto riguarda la coppa olio, se veramente dovessi prenderla, non avrei dubbi: RLS.





Inoltre, non mi farei mancare un accessorio fondamentale per la pulizia e il rendimento del motore: l'Oil Catch di Naimah! lol!

http://www.lotus-driver.it/t1278-naimah-oil-catch-tank#25209

5 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 12:28 pm

Gilles

avatar
Test Driver
Test Driver
Per i supporti motore ho solo letto della loro possibile utilità, ho chiesto proprio per avere un'idea della loro reale funzione. Sul chargecooler secondo me non è così facile trovare una vera soluzione che sia assolutamente migliore perchè a parte il discorso spesa e peso, c'è da dire che quello originale lì dov'è messo non prende aria e in più c'è sempre da dire che quello ad acqua è più costante, quindi anche in ottica mappatura ha i suoi vantaggi. Poi è chiaro che uno può sempre pensare di mettere condotti vari che passino dall'hard top o dalle aperture laterali uniti al clam posteriore più aperto, però rimane sempre un radiatore chiuso in un vano motore..Tra l'altro il Pro Alloy è stato migliorato aggiungendo le ventole per il radiatore e un nuovo tipo di scambiatore che pare essere più efficace. Anche sulla paratia ho chiesto proprio perchè non ne ho troppo idea e infatti ancora non l'ho acquistata!
Per la coppa invece, ho preso quella per ordinare il tutto dallo stesso fornitore. Sull'utilità invece credo che non sia solo questione di pista, ma anche di montagna fatta come si deve, e onestamente piuttosto che rischiare ho preferito andare sul sicuro.
Ah poi in merito alla potenza Bemani (o quello che risponde alle mail) mi diceva che sia la PP che la Cup hanno volontariamente un buco di erogazione prima degli ultimi mille giri per dare un'impressione di accelerazione maggiore, la mia secondo i grafici del banco ce l'ha, per la cup non lo so, ma senza dubbio a voler aumentare i cavalli non metterei un'altra centralina, ma proverei a migliorare la mia.

6 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 12:34 pm

Gilles

avatar
Test Driver
Test Driver
Lotus70 ha scritto:Per me è utile la paratia in carbonio, magari leggermente costosa per un pezzo di carbonio cosi, per i supporti motore più rigidi ne basta uno altrimenti rischi di avere troppe vibrazioni e cosi non è vivibile.
Con il nuovo Chargecooler monti anche i condotti maggiorati e più leggeri?

Per i condotti ancora non so, aspetto che mi arrivi questa roba e poi una volta sentito il meccanico che me li monta deciderò.. Sono quelli della RLS??

7 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 12:45 pm

naimah

avatar
Outstanding
Outstanding
Senza nulla togliere alle tue doti di guida, dubito fortemente che su una strada di montagna tu riesca a trovare delle curve così lunghe da percorrere in appoggio per così tanto tempo e così velocemente da provocare il mancato pescaggio dell'olio! Wink

Detto questo, io sono il primo a sostenere che l'IC di serie sia sottodimensionato e mal collocato; tuttavia, il rapporto costi/benefici fra una soluzione che preveda:

- air scoop maggiorato (che già hai)
- IC maggiorato (RLS et simili)
- doppie ventole per l'estrazione
- paratia anticalore

e una che preveda l'intera sostituzione con un chargecooler, credo sia abbondantemente a favore della prima.

8 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 5:22 pm

Gilles

avatar
Test Driver
Test Driver
naimah ha scritto:Senza nulla togliere alle tue doti di guida, dubito fortemente che su una strada di montagna tu riesca a trovare delle curve così lunghe da percorrere in appoggio per così tanto tempo e così velocemente da provocare il mancato pescaggio dell'olio! Wink

Detto questo, io sono il primo a sostenere che l'IC di serie sia sottodimensionato e mal collocato; tuttavia, il rapporto costi/benefici fra una soluzione che preveda:

- air scoop maggiorato (che già hai)
- IC maggiorato (RLS et simili)
- doppie ventole per l'estrazione
- paratia anticalore

e una che preveda l'intera sostituzione con un chargecooler, credo sia abbondantemente a favore della prima.

Bè tra comprare il kit chargecooler e prendere quello ad aria con condotti vari la differenza di prezzo diminuisce, poi c'è sempre da capire se vale la pena di spendere per dei benefici che durano un paio di giri o meno.. Smile

9 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 7:56 pm

naimah

avatar
Outstanding
Outstanding
Nel caso di una ventilazione forzata, la presa d'aria sul tetto che già hai è più che sufficiente a garantire la giusta portata; diverso è il caso in cui tu non voglia utilizzare le ventole, allora sono più che daccordo sul fatto che l'aria convogliata dall'air scoop sia insufficiente e, di certo, aggiungere tubi su tubi non ti cambia la vita Smile .

La ventola, dal canto suo, ti garantisce un buon raffreddamento anche da fermo e/o alle basse velocità; un chargecooler questo lo fa "un po' meglio", al prezzo di una maggiore complessità, peso, ingombri ecc Smile .

10 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 8:26 pm

Gilles

avatar
Test Driver
Test Driver
naimah ha scritto:Nel caso di una ventilazione forzata, la presa d'aria sul tetto che già hai è più che sufficiente a garantire la giusta portata; diverso è il caso in cui tu non voglia utilizzare le ventole, allora sono più che daccordo sul fatto che l'aria convogliata dall'air scoop sia insufficiente e, di certo, aggiungere tubi su tubi non ti cambia la vita Smile .

La ventola, dal canto suo, ti garantisce un buon raffreddamento anche da fermo e/o alle basse velocità; un chargecooler questo lo fa "un po' meglio", al prezzo di una maggiore complessità, peso, ingombri ecc Smile .

Il problema delle ventole è che comunque muovono aria calda presa nel vano motore, da che mi è stato spiegato le auto col motore posteriore hanno comunque sempre un vantaggio nel chargecooler dovuto al fatto che il radiatore, se posto in una zona che prende aria fresca, è molto efficace nel raffreddare il liquido (che peraltro non è nemmeno acqua) che nel frattempo fa un giro anche abbastanza lungo. Certo, è vero che una volta scaldato non lo raffreddi, ma scaldarlo è altrettanto difficile e allora ci si trova ad avere un'escursione termica che indipententemente dalle condizioni rimane molto limitata. Questo comunque per auto come le nostre, perchè sulle delta da che ricordi si lavorava con quelli ad aria visto che c'era una grande superficie da sfruttare sull'anteriore.
Poi riguardo alla coppa dell'olio, il mio ragionamento non si basa su una guida estrema (magari potessi sfruttare al 100%, ma anche al 70 il mio mezzo), ma sul fatto che l'olio, sempre perchè dietro e in una vasca piccola tende a scaldarsi tanto, e dal momento che è nella zona posteriore dell'auto non teme solo i curvoni, ma anche le derapate e i cambi di direzione, soprattutto dal momento che oltre i 100° diventa bello liquido.. so di diverse R5 maxi e similari che si sono rotte così. Poi il fatto di averne di più male non fa.
Detto ciò a mio avviso quando uno fa una spesa i soldi spesi in più a volte li risparmia dato che l'acquisto è uno solo e non una serie dovuti ad aggiunte e ripensamenti, di qui la domanda sugli altri pezzi eventualmente utili. Wink
Grazie comunque per l'opinione, ritengo che tu abbia ragione per molte cose, ma non credo esista una soluzione migliore da tutti i punti di vista..

11 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 8:47 pm

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Gilles ha scritto:
naimah ha scritto:Nel caso di una ventilazione forzata, la presa d'aria sul tetto che già hai è più che sufficiente a garantire la giusta portata; diverso è il caso in cui tu non voglia utilizzare le ventole, allora sono più che daccordo sul fatto che l'aria convogliata dall'air scoop sia insufficiente e, di certo, aggiungere tubi su tubi non ti cambia la vita Smile .

La ventola, dal canto suo, ti garantisce un buon raffreddamento anche da fermo e/o alle basse velocità; un chargecooler questo lo fa "un po' meglio", al prezzo di una maggiore complessità, peso, ingombri ecc Smile .

Il problema delle ventole è che comunque muovono aria calda presa nel vano motore, da che mi è stato spiegato le auto col motore posteriore hanno comunque sempre un vantaggio nel chargecooler dovuto al fatto che il radiatore, se posto in una zona che prende aria fresca, è molto efficace nel raffreddare il liquido (che peraltro non è nemmeno acqua) che nel frattempo fa un giro anche abbastanza lungo. Certo, è vero che una volta scaldato non lo raffreddi, ma scaldarlo è altrettanto difficile e allora ci si trova ad avere un'escursione termica che indipententemente dalle condizioni rimane molto limitata. Questo comunque per auto come le nostre, perchè sulle delta da che ricordi si lavorava con quelli ad aria visto che c'era una grande superficie da sfruttare sull'anteriore.
Poi riguardo alla coppa dell'olio, il mio ragionamento non si basa su una guida estrema (magari potessi sfruttare al 100%, ma anche al 70 il mio mezzo), ma sul fatto che l'olio, sempre perchè dietro e in una vasca piccola tende a scaldarsi tanto, e dal momento che è nella zona posteriore dell'auto non teme solo i curvoni, ma anche le derapate e i cambi di direzione, soprattutto dal momento che oltre i 100° diventa bello liquido.. so di diverse R5 maxi e similari che si sono rotte così. Poi il fatto di averne di più male non fa.
Detto ciò a mio avviso quando uno fa una spesa i soldi spesi in più a volte li risparmia dato che l'acquisto è uno solo e non una serie dovuti ad aggiunte e ripensamenti, di qui la domanda sugli altri pezzi eventualmente utili. Wink
Grazie comunque per l'opinione, ritengo che tu abbia ragione per molte cose, ma non credo esista una soluzione migliore da tutti i punti di vista..

Gilles capisco la tua preoccupazione, ma allora in questo caso perché non monti un accusump?


So che damiano ne vendeva una se non ricordo male. Very Happy

http://www.lotus-driver.it

12 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 9:06 pm

Gilles

avatar
Test Driver
Test Driver
Potrei dire che è perchè non voglio ingombrare il bagagliaio, o che preferisco un rimedio più semplice che non vada revisionato o altro.. Ma in realtà semplicemente non ci ho pensato. Very Happy

13 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 9:10 pm

naimah

avatar
Outstanding
Outstanding
Già Andrea ma l'ho appena venduto! Per quanto riguarda le modifiche di Gilles mi permetto un paio di precisazioni!

Gilles ha scritto:
Il problema delle ventole è che comunque muovono aria calda presa nel vano motore,

Ehm... NO. Le ventole lavorano per estrazione, ovvero forzano il passaggio di aria dall'air scoop all'intercooler. La temperatura all'interno del vano motore è poco influente, considerato sopratutto le notevoli aperture sul portellone.


Gilles ha scritto:
da che mi è stato spiegato le auto col motore posteriore hanno comunque sempre un vantaggio nel chargecooler dovuto al fatto che il radiatore, se posto in una zona che prende aria fresca, è molto efficace nel raffreddare il liquido (che peraltro non è nemmeno acqua) che nel frattempo fa un giro anche abbastanza lungo. Certo, è vero che una volta scaldato non lo raffreddi, ma scaldarlo è altrettanto difficile e allora ci si trova ad avere un'escursione termica che indipententemente dalle condizioni rimane molto limitata.

Esatto! Wink

Gilles ha scritto:
Poi riguardo alla coppa dell'olio, il mio ragionamento non si basa su una guida estrema (magari potessi sfruttare al 100%, ma anche al 70 il mio mezzo), ma sul fatto che l'olio, sempre perchè dietro e in una vasca piccola tende a scaldarsi tanto, e dal momento che è nella zona posteriore dell'auto non teme solo i curvoni, ma anche le derapate e i cambi di direzione, soprattutto dal momento che oltre i 100° diventa bello liquido.. so di diverse R5 maxi e similari che si sono rotte così. Poi il fatto di averne di più male non fa.

Per conoscenza, tengo a informarti che la tua Exige ha di serie il Touring Pack, lo Sport Pack e il Performance Pack. Questo significa che hai due bei radiatori olio frontali...

Gilles ha scritto:
Grazie comunque per l'opinione, ritengo che tu abbia ragione per molte cose, ma non credo esista una soluzione migliore da tutti i punti di vista..

Infatti! Tutto dipende da cosa si vuole ottenere! Spesso ci si lascia trascinare e si perde di vista il nocciolo della questione...

14 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Ven 27 Apr 2012, 11:34 pm

Gilles

avatar
Test Driver
Test Driver
naimah ha scritto:
Ehm... NO. Le ventole lavorano per estrazione, ovvero forzano il passaggio di aria dall'air scoop all'intercooler. La temperatura all'interno del vano motore è poco influente, considerato sopratutto le notevoli aperture sul portellone.

Scusa ma a questo punto, per quanta aria possano tirare le ventole lo scoop rimane sempre minuscolo (parlo della zona visibile quando togli il tetto). Quindi comunque prendono l'aria circostante che è del vano motore, che per quanto areato rimane sempre ad una temperatura ben più alta di quella circostante, infatti per raffreddare la zona e aiutare lo scambiatore mettono prese dinamiche vere sul tetto e sui fianchi e poi aprono il clam per far uscire l'aria lì dove il flusso è più pulito, cioè non sopra, ma dietro il bagagliaio.. Chiaramente parlo dell'auto quand'è in movimento.

15 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Sab 28 Apr 2012, 10:34 am

naimah

avatar
Outstanding
Outstanding
Quando hai l'hard top montato, l'aria che raggiunge l'IC non è quella del vano motore bensì quella che proviene dall'anteriore. L'unica obiezione logica, che peraltro sostengo da tempo, è che l'air scoop prende comunque aria a temperatura più calda di quella ambientale perchè surriscaldata dai radiatori anteriori. Ma ripeto, quando l'hard top è montato, l'aria del vano motore non c'entra nulla.

Per quanto riguarda il "minuscolo" passaggio di cui parli, in effetti di serie è ridicolo ed è grave che in Lotus non lo rifiniscano manualmente. In america questa modifica è all'ordine del giorno: basta prendere un Dremel e asportare il ricciolo di vetroresina che si forma all'estremità interna del foro, in modo da allargarlo il più possibile. E solo con questa modifica, la portata guadagna un aumento notevole!

Con le ventole poi non fa differenza se sei fermo o in marcia: quelle tirano sempre (quando sono accese, ovviamente) il chè a suo modo garantisce comunque una buona stabilità termica.

Perchè sia chiaro, infine, io non sono "pro" o "contro" l'idea del chargecooler, dico solo che con una spesa diversa e un intervento meno invasivo si ottengono comunque buoni risultati! Wink Del resto mi domando se hai mai pensato di misurare queste benedette temperature per renderti conto se e quale modifica sia realmente necessaria, perchè così a occhio sembra tutto basato su supposizioni... Rolling Eyes

16 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Sab 28 Apr 2012, 11:15 am

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Damiano, so che in un altro topic abbiamo parlato proprio di queste modifica e avevamo anche pubblicato grafici, un americano se non mi sbaglio aveva gia fatto svariate prove.

http://www.lotus-driver.it

17 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Sab 28 Apr 2012, 12:09 pm

Lotus70

avatar
Admin
Admin
Potresti fartela fare da lui una paratia per il calore da mettere sotto al intercooler, magari ti costa molto meno di quella che vuoi prendere tu.

http://www.lotus-driver.it

18 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Sab 28 Apr 2012, 1:08 pm

naimah

avatar
Outstanding
Outstanding
Lotus70 ha scritto:Damiano, so che in un altro topic abbiamo parlato proprio di queste modifica e avevamo anche pubblicato grafici, un americano se non mi sbaglio aveva gia fatto svariate prove.

Esatto Andrea! E dimostrava che il margine di miglioramento, in un ottica di spesa limitata, era notevole! Lo ricerco!

19 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Sab 28 Apr 2012, 2:50 pm

taglio


Driver
Driver
c'è da dire che la paratia serve sopratutto in un ottica di auto ferma/stradale.

vi spiego , il calroe và verso l'alto dalla zona testa, quando l'auto si ferma, oppure quando proprio tutto il mezzo è spento.

La paratia dovrebbe aiutare in quella fase, a preservare da un pò di calore l'ic, che poi dinamicamente verrà raffreddato in velocità.

Diciamo che più che per la pista, è uile per le ripartenze stradali a mio avviso.

20 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Sab 28 Apr 2012, 2:57 pm

Lotus70

avatar
Admin
Admin
taglio ha scritto:c'è da dire che la paratia serve sopratutto in un ottica di auto ferma/stradale.

vi spiego , il calroe và verso l'alto dalla zona testa, quando l'auto si ferma, oppure quando proprio tutto il mezzo è spento.

La paratia dovrebbe aiutare in quella fase, a preservare da un pò di calore l'ic, che poi dinamicamente verrà raffreddato in velocità.

Diciamo che più che per la pista, è uile per le ripartenze stradali a mio avviso.
Quoto!!
Uso cittadino a bassa velocità. semafori, code, rallentamenti, a 50km/h la velocità è talmente bassa che non arriva molta aria all'IC, quindi con una paratia in carbonio lo isoli dal calore in eccesso che arriva dal motore, infatti anche i filtri in carbonio restano più freschi, magari sono anche pochi gradi in meno, ma cosi ha pur sempre una resa migliore.

http://www.lotus-driver.it

21 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Sab 28 Apr 2012, 5:32 pm

Gilles

avatar
Test Driver
Test Driver
Lotus70 ha scritto:Potresti fartela fare da lui una paratia per il calore da mettere sotto al intercooler, magari ti costa molto meno di quella che vuoi prendere tu.


Ma questa immagine da dove è stata presa? effettivamente piuttosto che spendere 300 euro per una lastra di carbonio forata direi che un rimedio casereccio o quasi sia la soluzione ideale..

22 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Sab 28 Apr 2012, 6:41 pm

naimah

avatar
Outstanding
Outstanding
A occhio sembra il vano motore di una F40.

23 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Sab 28 Apr 2012, 7:17 pm

Gilles

avatar
Test Driver
Test Driver
naimah ha scritto:A occhio sembra il vano motore di una F40.

Ah ecco perchè non riuscivo a capire..

24 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Sab 28 Apr 2012, 11:54 pm

GALLO NERO

avatar
Outstanding
Outstanding
La partatia in carbonio, o altro materiale non serve a niente ! L'IC di RLS ( o altro maggiorato) con due ventole in aspirazione abbattono la temperatura dell' aria e la centralina rilevando un valore "basso" non entra in protezione e non taglia potenza. Hai due dindi da spendere ? Lascia perdere qualsiasi rimappatuara, prenditi l'ECU della Cup, abbinaci una pompa della benzina maggiorata, ed il filtro aria TRD, gli iniettori da 440 già li hai, assembla il tutto ed avrai una bella belva con pezzi originali , anche se il cambio ......

http://www.clublotusitalia.it

25 Re: Chargecooler, radiatore e cos'altro? il Dom 29 Apr 2012, 1:04 am

Gilles

avatar
Test Driver
Test Driver
GALLO NERO ha scritto:Lascia perdere qualsiasi rimappatuara, prenditi l'ECU della Cup, abbinaci una pompa della benzina maggiorata, ed il filtro aria TRD, gli iniettori da 440 già li hai, assembla il tutto ed avrai una bella belva con pezzi originali , anche se il cambio ......

L'aspirazione TRD ce l'ho già, per quanto riguarda l'elettronica invece non credo che sia utile mettere l'ecu di un'altro modello di serie, perchè a mio avviso sarebbe ininfluente o quasi non essendo "cucita" sulle attuali caratteristiche dell'auto. Alla fine quella è stata fatta per la cup di serie, la mia invece si appresta a diventare un ibrido. E poi non mi è mai stato troppo chiaro in cosa differisce dalla ecu delle altre se non per la programmazione. A riguardo Bemani dice che la mappa migliore è quella della 220 con qualche ritocco, perchè pare che le 240 e le 260 abbiano un buco voluto per dare un'impressione di spinta negli ultimi mille giri.. Poi è chiaro che senza dati alla mano (come diceva Damiano più su) queste rimangono solo parole! D'altro canto però chi è che ha tempo e voglia di mettersi a provare e classificare ogni soluzione in una scala di valori.. Temo che ad un certo punto uno non possa che informarsi al meglio e sperare di fare una scelta meno sbagliata possibile! Wink

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum