LOTUS DRIVER


Forum Lotus Elise Exige Evora Esprit Elan Elite Eclat 2-Eleven 340R - Bentornato Ospite

GIRO DEL LAGO DI GARDA e 1° CONCORSO D'ELEGANZA LOTUS 10 APRILE 2016: CLICCA QUI!
Vuoi vedere la tua Lotus in home page? CLICCA QUI!
Novità: Portale Online - Galleria immagini - Calendario Eventi attivo!!!

Non sei connesso Connettiti o registrati

La Lotus è cinese

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 La Lotus è cinese il Mer 24 Mag 2017, 2:40 pm

Pennarelli

avatar
Outstanding
Outstanding


Lotus in mani cinesi
Nasce inglese. Cresce americana. Diventa italo-lussemburghese. Poi malese. E adesso cinese. Già, perché la Lotus Car è passata sotto il controllo del colosso Geely, che per il 51% delle azioni del prestigioso marchio british ha sborsato 66,2 milioni di dollari. Geely è poco più di una start up: ha cominciato a costruire auto nel 1997 e in vent’anni è diventata sia uno dei grandi produttori cinesi sia un player globale di tutto rispetto. A chi si straccia le vesti per l’ennesimo «pezzo» di Europa passato in mani cinesi, bisogna ricordare che dal 2010 la Geely è anche proprietaria di Volvo. E se oggi chiedete agli svedesi vi sentirete rispondere che i cinesi, «padroni» illuminati, hanno ridato linfa ad una storia che stava spegnendosi. E visto che la Volvo è stata rilanciata nel pieno rispetto della sua identità, è lecito attendersi che il «modello svedese» venga applicato ora anche alla Lotus, altro gioiello della storia dell’automobilismo, con sede dal 1952 a Hethel, nel Regno Unito. La Geely ha acquistato anche il 49,9% della malese Proton, che da 1996 controlla la Lotus (e per alcuni anni è stata proprietaria dell’italiana MV Agusta).


http://motori.corriere.it/motori/attualita/cards/lotus-colin-chapman-cinesi-geely/lotus-mani-cinesi_principale.shtml

2 Re: La Lotus è cinese il Mer 24 Mag 2017, 2:44 pm

Giallo

avatar
Pilot
Pilot
Si, lo avevo letto. Vabbè se Jaguar e Land Rover sono indiane, la Lotus può essere cinese. Speriamo facciano bene come dicono quelli di Volvo.

3 Re: La Lotus è cinese il Mer 24 Mag 2017, 3:36 pm

paolo111s

avatar
Outstanding
Outstanding
Sono cinesi anche l'Inter e il Milan se è per questo.
Ma a me continua a non piacere.

4 Re: La Lotus è cinese il Mer 24 Mag 2017, 7:02 pm

rs blu

avatar
Test Driver
Test Driver
Giallo ha scritto:Si, lo avevo letto. Vabbè se Jaguar e Land Rover sono indiane, la Lotus può essere cinese. Speriamo facciano bene come dicono quelli di Volvo.

...purtroppo io non sono cosi' fiducioso,Jaguar ,Volvo,Land Rover e Aston Martin sono stati venduti da mamma Ford in periodi in cui il marchio era in profondissima crisi.Ma le marche vendute dalla stessa erano tutte in attivo.Soprattutto avevano proggetti e piani industriali a lungo termine precisi ed attuabili,questo grazie alla Ford che si era esposta moltissimo in particolare con Jaguar e Land(I v8 e v6 diesel sono PSA costruiti dalla ford a Dagenham,ma la PSA e' per il 50% anche della ford) .La dimostrazione di cio' e' che Jaguar,land e anche volvo continuano ad utilizzare meccanica e motori ford sia diesel che benzina,Mazda per i V12 Aston (la mazda e' ford). Volvo prima della ford costruiva circa 400.000 auto all'anno,jaguar land e aston martin erano in perdita su ogni modello venduto.Ford faceva allora circa 8 milioni di macchine.
Purtroppo la lotus era della GM la quale non e' mai riuscita, negli ultimi tempi a risollevare nessun marchio,vedi Saab e Vauxhall-Opel...quindi chiunque sia il proprietario se non ci sono degli obbiettivi realizzabili la vedo molto dura,speriamo bene.
Piu' volte e' stato chiesto il motivo per cui la Ford ,attraverso la filiale inglese,come gia' fatto per le altre marche inglesi,non avesse comperato Lotus ma Ford ha sempre visto in Lotus un partener scomodo per la sua immagine nel mondo delle corse. Shocked

5 Re: La Lotus è cinese il Gio 25 Mag 2017, 9:57 pm

Luca

avatar
Test Driver
Test Driver
Oggi giorno se vuoi essere competitivo in qualunque campo devi avere risorse finanziarie per investire in progetti e tecnologia, Geely nel 2016 ha avuto ricavi per 5,8 billions e può garantire tutto il Cash necessario.
Se non ci saranno troppe ingerenze nella la gestione Lotus questo è il partner che serviva

6 Re: La Lotus è cinese il Gio 25 Mag 2017, 11:19 pm

rs blu

avatar
Test Driver
Test Driver
Smile io ci spero,ma all'epoca GM era il piu' grande colosso mondiale al mondo.Eppure la elan costruita in quel modo dalla lotus sotto direttive di sviluppo GM era in perdita.la lotus pèerdeva denaro ogni elan costruita e venduta,ed era molto cara.La stessa cosa Jaguar con il modello XJ quando era Ford.
La verita' e' che lotus fa gola per la Lotus Engineering,infatti e' rimasta ,anche dopo la vendita' per un certo periodo una controllata di GM,ora sembra sia di lotus ma non e' chiaro.La parte lotus cars viene sempre un po' lasciata a se stessa Neutral Neutral Neutral :|il reparto corse f1, il vecchio team lotus dopo la vicenda Caterham non si sa piu' nulla Sad Sad Sad



Ultima modifica di rs blu il Gio 25 Mag 2017, 11:30 pm, modificato 1 volta

7 Re: La Lotus è cinese il Gio 25 Mag 2017, 11:28 pm

fabioB

avatar
Test Driver
Test Driver
Sono ottimista.

I Cinesi non sono stupidi. Sanno bene cosa hanno comprato e perche l'hanno comprato.

Un mitico brand name con storia alle spalle.

Cioe, quello che non hanno (in questo campo) e che non possono copiare.

Stiamo a vedere come va...

https://www.youtube.com/channel/UCdBfMENLrH4cA0iUqXVm2kg?view_as

8 Re: La Lotus è cinese il Ven 26 Mag 2017, 7:14 pm

Luca

avatar
Test Driver
Test Driver
rs blu ha scritto:Smile io ci spero,ma all'epoca GM era il piu' grande colosso mondiale al mondo.Eppure la elan costruita in quel modo dalla lotus sotto direttive di sviluppo GM era in perdita.la lotus pèerdeva denaro ogni elan costruita e venduta,ed era molto cara.La stessa cosa Jaguar con il modello XJ quando era Ford.
La verita' e' che lotus fa gola per la Lotus Engineering,infatti e' rimasta ,anche dopo la vendita' per un certo periodo una controllata di GM,ora sembra sia di lotus ma non e' chiaro.La parte lotus cars viene sempre un po' lasciata a se stessa Neutral Neutral Neutral :|il reparto corse f1, il vecchio team lotus dopo la vicenda Caterham non si sa piu' nulla Sad Sad Sad


Hai ragione , infatti c'è da augurarsi che Geely pensi solo alla parte finanziaria lasciando fare alla Lotus quello che sanno fare bene

9 Re: La Lotus è cinese il Dom 04 Giu 2017, 10:26 pm

Pennarelli

avatar
Outstanding
Outstanding
......ben più affascinante il progetto di riqualificazione della Lotus: secondo i vertici di Geely in questo caso la volontà è quella di “espandere e accelerare il lancio di nuovi prodotti e tecnologie” del costruttore di Hethel, con un occhio attento sulle sempre più stringenti norme in tema di emissioni inquinanti. In altri termini significa che Geely aspira a ritagliarsi la sua fetta di torta anche nel settore delle auto sportive, fra i più redditizi in campo automotive, come insegna la stessa Porsche che viaggia su margini del 16%.

Osservando ciò che Geely è stata in grado di fare con Volvo – che vanta una gamma di modelli nuovi o in fase di rinnovamento, al top per finiture e tecnologia – lasciando piena libertà ai progettisti svedesi, sembra non esserci dubbio sul fatto che il rilancio di Lotus sortisca gli effetti sperati. Ed è proprio nell’asse Lotus-Volvo che potrebbe essere trovata la quadra: il brand inglese è famoso per le doti di guidabilità dei suoi prodotti, garantita da sofisticate architetture costruttive in alluminio a motore centrale e da un peso sempre molto contenuto.


Tuttavia alla casa fondata da Colin Chapman mancano motori e trasmissioni moderni, tecnologie di infotainment e connettività e la qualità costruttiva richiesta dalla clientela di oggi: tutte cose di cui Volvo è ampiamente provvista. Gli svedesi hanno infatti nella loro banca organi nuove unità propulsive a 4 cilindri da 2 litri e potenze da 254 a 320 CV e l’ibrido da 400 CV, del tutto in linea con lo spirito delle supercar più all’avanguardia.

Da Goteborg sono inoltre in arrivo leggeri e prestazionali motori turbo a 3 cilindri – che sembrerebbero essere perfetti per auto “superlight” come la Elise – e la trasmissione automatica a doppia frizione a 7 marce. Mentre a Volvo sarebbe parecchio utile l’esperienza di Lotus nella progettazione di telai e sospensioni ad alte prestazioni, specie per la gamma di modelli sportivi che nasceranno sotto il marchio “Polestar”. Quello cino-malesiano, con testimoni inglesi e svedesi, sembra quindi configurarsi come un matrimonio fortunato, che mette ancora una volta in risalto le potenzialità del gruppo Geely, specie quando si parla di capitali da investire.

10 Re: La Lotus è cinese il Dom 04 Giu 2017, 11:18 pm

Lotus70

avatar
Admin
Admin
3 cilindri?

Siamo messi bene.

http://www.lotus-driver.it

11 Re: La Lotus è cinese il Lun 05 Giu 2017, 10:08 am

Pennarelli

avatar
Outstanding
Outstanding
Diciamo che in quanto a potenza, coppia e leggerezza gli ultimi 3 cilindri non sono affatto male.
Il peso del VW 1.0 tsi 115cv è di circa 89kg e ci sono 200nm di coppia
Peugeot con il 1.2 fa 130cv (a breve se non erro qualcosa in più) per 83kg
Diciamo anche che ultimamente alcuni stanno tornando a rivedere il discorso 3 cilindri.
VW ad esempio ha incrementato la cilindrata del vecchio 1.4TSI (portata a 1.5) pur abbassando emissioni e consumi.
In quanto a sound e vibrazioni però .....


Chiaro che un bel 2000 aspirato serio è tutt'altra cosa .....

12 Re: La Lotus è cinese il Mar 06 Giu 2017, 12:45 pm

rs blu

avatar
Test Driver
Test Driver
Si, non sono altro che i Ford ecoboost iniezione diretta montati anche dalla Caterham, ovviamente saranno modificati ed adattati cosi come Volvo ha gia fatto con i 4 cilindri sempre di origine Ford utilizzati anche da Jaguar a Land.Potrebbero usare i 4 e i v6 della Mustang pero' Very Happy Very Happy

13 Re: La Lotus è cinese il Mer 07 Giu 2017, 12:13 pm

Pilota54

avatar
Outstanding
Outstanding
Mah, il fatto che la Lotus oggi sia cinese forse farà rivoltare nella tomba Colin Chapman. Possibile che non ci sia un gruppo imprenditoriale inglese in grado di acquistare un'azienda prestigiosa e con caratteristiche di fatto molto "british" come la Lotus? Evidentemente no.

Ma tant'è: cinesi, arabi, russi stanno acquistando mezzo mondo e bisogna rassegnarsi all'evidenza. La cosa più importante sarà mantenere sempre le connotazioni storiche dei modelli e la fabbrica a Hethel.



Ultima modifica di Pilota54 il Sab 10 Giu 2017, 2:47 pm, modificato 1 volta

http://www.repartocorse2.com - www.quattroruote.it - www.lotus-d

14 Re: La Lotus è cinese il Ven 09 Giu 2017, 8:07 pm

Omihalcon

avatar
Outstanding
Outstanding
Esatto ma una Elise con un 3 cilindri NO GRAZIE!
Può avere anche 200cv e 220Nm (bene) ma io ho guidato i 3 cilindri, vanno bene su macchine normali quando acceleri sembra un frullatore (proprio il Ford in 2 varianti di potenza)

Allora che ci mettano un 1600 o un 2000 turbo, è un auto sportiva non una smart o una fiesta

http://www.meganeclub.it/forum/index.php?topic=24040.0

15 Re: La Lotus è cinese il Sab 10 Giu 2017, 2:48 pm

Pilota54

avatar
Outstanding
Outstanding
Omihalcon ha scritto:Esatto ma una Elise con un 3 cilindri NO GRAZIE!
Può avere anche 200cv e 220Nm (bene) ma io ho guidato i 3 cilindri, vanno bene su macchine normali quando acceleri sembra un frullatore (proprio il Ford in 2 varianti di potenza)

Allora che ci mettano un 1600 o un 2000 turbo, è un auto sportiva non una smart o una fiesta

Perchè, c'è un link che parla di possibile Elise a 3 cilindri??? Shocked What a Face

http://www.repartocorse2.com - www.quattroruote.it - www.lotus-d

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum